ELENCO POST SUBMISSION 2017

Terapia con DOAC nel paziente fragile: come sopravvivere nel Real World seguendo le Linee Guida

Caso clinico di paziente fragile e polipatologica ricoverata per fibrillazione atriale non databile con blocco atrio-ventricolare totale transitorio in shock settico da flogosi polmonare sottoposta a intervento di chirurgia addominale in urgenza per occlusione intestinale da ernia crurale strozzata. Sono state avviate le terapie antibiotica, diuretica, idratazione, inotropa e...

Continue reading

Paziente fragile con FANV e cardiopatia ipocinetica postinfartuale con severa depressione della FEVS

Paziente di 83 anni, diabetica, ipertesa, IRC, cardiopatia ipocinetica con severa depressione della FEVS (30%), pregressa FA. Settembre 2017: EPA trattato con terapia medica ( CGF 2016:malattia trivascolare non più rivascolarizzabile); durante la degenza recidiva FANV. TP anticoagulante/antiaggregante: DAPT (ASA/Clopidogrel; incremento dei markers di citonecrosi miocardica); In riabilitazione shift...

Continue reading

Cerebral ischemia in young patients with atrial fibrillation OSAS related: a case report

Trattasi di case report riguardo ictus giovanile inizialmente con caratteristiche embolie ma a fonte indeterminata, quindi definito come cardioembolico da fibrillazione atriale notturna correlata a severi eventi respiratori notturni di apnea istruttiva. Il trattamenti con CPAP permetteva la risoluzione della OSAS e non venivano riscontrati ulteriori episodi di FA...

Continue reading

Anticoagulazione ed Anziano Fragile: una sfida per il Geriatra

La fibrillazione atriale è l’aritmia clinicamente rilevante di più frequente riscontro da parte del geriatra. La sua prevalenza predispone l’anziano ad un maggior rischio di stroke. D’altra parte la terapia anticoagulante riduce efficacemente il rischio di eventi cardioembiolici al prezzo di un aumento di eventi emorragici, soprattutto negli anziani...

Continue reading

NOACs in chronic lymphoproliferative malingancies with thrombocytopenia:a prosepctive study

Chronic lymphoproliferative disorders (i.p. lymphomas) have the highest rate of VTE among hematological malignancies (HM). Therapy of VTE is a challenging issue in patients with HM due to the high incidence of thrombocytopenia with an increased risk of hemorrhagic complications and VTE recurrences. Guidelines for the prophylaxis and management...

Continue reading

Left atrial abnormalities in AF patients on low dose NOACs undergoing transesophageal echocardiography

Atrial fibrillation (AF) is the most common arrhythmia in the general population and it is associated with increased mortality and morbidity. In order to restore sinus rhythm, AF cardioversion (CV) can be performed after an adequate anticoagulation (OAC) period, with the aim of reducing thromboembolic risk related to the...

Continue reading

Impiego di edoxaban nella gestione della trombosi venosa profonda ricorrente in paziente affetto da sindrome bipolare ed epilessia

Il trattamento della TVP/EP si avvale solitamente di farmaci antagonisti della vitamina K (AVK) come il warfarin, anche se i nuovi anticoagulanti orali diretti (NAO) costituiscono un’opzione terapeutica efficace e sicura. Qui viene descritto il caso di un paziente affetto da sindrome bipolare e dipendenza da oppiacei, in trattamento...

Continue reading

Left atrial abnormalities in AF patients on low dose NOACs undergoing transesophageal echocardiography

Atrial fibrillation (AF) is the most common arrhythmia in the general population and it is associated with increased mortality and morbidity. In order to restore sinus rhythm, AF cardioversion (CV) can be performed after an adequate anticoagulation (OAC) period, with the aim of reducing thromboembolic risk related to the...

Continue reading

Bleeding complication reduction in electrophysiology procedures with novel oral anticoagulants compared to uninterrupted vitamin-K antagonists: a multicenter survey.

The number of implants in Europe is progressively increasing and approximately in 45% of cases is required anti-thrombotic therapy. Novel oral anticoagulants (NOACs) showed to have a good safety profile, in particular regarding bleeding complications compared to vitamin-K antagonists (VKAs). Some trials investigated the role of the two managements...

Continue reading

Bleeding complication reduction in electrophysiology procedures with novel oral anticoagulants compared to uninterrupted vitamin-K antagonists: a multicenter survey.

The number of implants in Europe is progressively increasing and approximately in 45% of cases is required anti-thrombotic therapy. Novel oral anticoagulants (NOACs) showed to have a good safety profile, in particular regarding bleeding complications compared to vitamin-K antagonists (VKAs). Some trials investigated the role of the two managements...

Continue reading

Delayed STEMI after cavotricuspid isthmus ablation in a patient in NOAC therapy: first case report

Il lavoro riporta il primo caso di danno coronarico tardivo causato da una procedura di ablazione di flutter atriale istmo-dipendente. Un’attenta ricerca rivela che sono stati riportati rarissimi casi di danno della coronaria destra prodotto da questo tipo di procedura, ma mai con presentazione clinica tardiva. La lesione della...

Continue reading

DOACs and JAK2 inhibitors in MPN patients: a clinical need for atypical venous thrombosis

We report a rare case of a young patient affected by MPN complicated by both cerebral and splanchnic vein thrombosis; the antithrombotic therapies performed has not achieved the required effectiveness. He is now candidate to allo stem-cell-transplantation. The description of this clinical case raises the possibility of explore the...

Continue reading

Anticoagulazione ed Anziano Fragile: una sfida per il Geriatra

La fibrillazione atriale è l’aritmia clinicamente rilevante di più frequente riscontro da parte del geriatra. La sua prevalenza predispone l’anziano ad un maggior rischio di stroke. D’altra parte la terapia anticoagulante riduce efficacemente il rischio di eventi cardioembiolici al prezzo di un aumento di eventi emorragici, soprattutto negli anziani...

Continue reading

I nuovi anticoagulanti orali nell’ablazione transcatetere: un caso di flutter atriale atipico e personalizzazione terapeutica

Un esempio pratico di personalizzazione terapeutica del trattamento anticoagulante orale con NAO nonché esempio di efficacia e sicurezza della stessa terapia con NAO in corso di procedure interventistiche di ablazione transcatetere in atrio sinistro, notoriamente complesse per il rischio emorragico e trombotico.

Continue reading

Aderenza e persistenza alla terapia anticoagulante con NAO nella pratica clinica: primi dati dall’esperienza di un singolo centro

L’obiettivo del nostro studio è quello di valutare l’aderenza terapeutica alla terapia anticoagulante orale dei pazienti a rischio di stroke o embolia sistemica da fibrillazione/flutter atriale seguiti presso il nostro Ambulatorio e di evidenziare i tassi e le motivazioni di discontinuazione della terapia con NAO.

Continue reading

L’UTILIZZO DEI NOACs NELLA TROMBOSI VENTRICOLARE SINISTRA

Il caso clinico proposto riguarda un paziente con recente STEMI anteriore in duplice terapia antiaggregante che manifestava al controllo ecocardiografico trombosi ventricolare sinistra per cui si rendeva necessaria impostazione di terapia anticoagulante orale con Warfarin. Per episodio di melena ed anemizzazione acuta si sospendeva terapia con Cumarolici e si...

Continue reading

Recanalization rate in patients with isolated distal deep vein thrombosis treated with the new direct oral anticoagulants

Residual vein obstruction (RVO) is a potential risk factor for predicting VTE recurrence in patients with proximal events. On the other hand its role in patients with isolated distal deep vein thrombosis remain to be established. In a multicenter Italian study, the persistence of ultrasound detectable RVO is likely...

Continue reading

Dr

Introduction: Antiphospholipid syndrome (APS) is one of the most common causes of acquired thrombophilia and it is an autoimmune multisystem disorder characterized by arterial, venous, or small vessel thromboembolic events and/or pregnancy morbidity in the presence of persistent antiphospholipid antibodies (aPL). Indefinite anticoagulation with vitamin-K antagonists (VKAs) is considered...

Continue reading

Dr

Introduction: Antiphospholipid syndrome (APS) is one of the most common causes of acquired thrombophilia and it is an autoimmune multisystem disorder characterized by arterial, venous, or small vessel thromboembolic events and/or pregnancy morbidity in the presence of persistent antiphospholipid antibodies (aPL). Indefinite anticoagulation with vitamin-K antagonists (VKAs) is considered...

Continue reading

ESPERIENZA DI UN CENTRO RECLUTATORE DEL RE-DUAL PCI TRIAL

Come centro reclutatore del RE-DUAL PCI Trial, l’ambulatorio di prevenzione secondaria dell’U.O. di Cardiologia Interventistica ed Emodinamica “A. Montinaro” dell’ospedale V.Fazzi di Lecce ha arruolato 7 pazienti affetti da fibrillazione atriale non valvolare e sottoposti a procedura di rivascolarizzazione miocardica percutanea e impianto di stent medicato, randomizzandoli a ricevere...

Continue reading

ESPERIENZA DI UN CENTRO RECLUTATORE DEL RE-DUAL PCI TRIAL

Come centro reclutatore del RE-DUAL PCI Trial, l’ambulatorio di Prevenzione Secondaria dell’U.O. di Cardiologia Interventistica ed Emodinamica “A. Montinaro” dell’ospedale V.Fazzi di Lecce ha arruolato 7 pazienti affetti da fibrillazione atriale non valvolare e sottoposti a procedura di rivascolarizzazione miocardica per via percutanea con impianto di stent medicato, randomizzandoli...

Continue reading

Antithrombotic therapy with edoxaban in a patient with atrial fibrillation and coronary artery disease

Nel corso della pratica clinica sempre più pazienti con fibrillazione atriale giungeranno alla valutazione per procedure interventistiche nel campo dell’emodinamica. Se i risultati incoraggianti del ReDual hanno iniziato a porre le basi per l’utilizzo dei NAO con gli antiaggreganti, le patologie si presentano in moltecipli aspetti e diversificati sono...

Continue reading

Dosaggio della concentrazione plasmatica dei nuovi anticoagulanti orali ai fini dell’aggiustamento posologico in pazienti con episodi emorragici minori o maggiori in terapia con NAO a dosaggio massimo

I nuovi anticoagulanti orali (NAO) sono ampiamente utilizzati nella prevenzione degli eventi trombo embolici nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare e nella profilassi e trattamento del tromboembolismo venoso. Le caratteristiche dei NAO hanno eliminato la necessità di uno stretto monitoraggio dell’attività anticoagulante. Nonostante ciò, diversi autori hanno proposto...

Continue reading

Edoxaban nel paziente in paziente epatotrapiantato con embolia polmonare

Recidiva di embolia polmonare in paziente con pregresso trapianto epatico HBV+ in pregresso HCC in dubbia ripresa di malattia. Si impostava terapia scoagulante con Edoxaban che risultava essere l’unico anticoagulante orale non interferente con la terapia immunosoppressiva eseguita dal paziente ed indicato anche nel caso in cui venisse confermata...

Continue reading

STEMI complicato da tromboembolia polmonare in paziente con storia di carcinoma vescicale: un case report.

Riportiamo il caso clinico di un paziente di 68 anni, affetto da neoplasia vescicale, giunto alla nostra osservazione con diagnosi di STEMI anteriore trattato con angioplastica primaria ed impianto di Bare Metal Stent, successivamente complicato da embolia polmonare acuta. Nella valutazione dell’iter terapeutico è stata posta particolare attenzione al...

Continue reading

STEMI complicato da tromboembolia polmonare in paziente con storia di carcinoma vescicale

Riportiamo il caso clinico di un paziente di 68 anni, affetto da neoplasia vescicale, giunto alla nostra osservazione con diagnosi di STEMI anteriore trattato con angioplastica primaria ed impianto di Bare Metal Stent, successivamente complicato da embolia polmonare acuta. Nella valutazione dell’iter terapeutico è stata posta particolare attenzione al...

Continue reading

STEMI complicato da tromboembolia polmonare in paziente con storia di carcinoma vescicale

Riportiamo il caso clinico di un paziente di 68 anni, affetto da neoplasia vescicale, giunto alla nostra osservazione con diagnosi di STEMI anteriore trattato con angioplastica primaria ed impianto di Bare Metal Stent, successivamente complicato da embolia polmonare acuta. Nella valutazione dell’iter terapeutico è stata posta particolare attenzione al...

Continue reading

Fibrillazione atriale/tromboembolismo venoso e neoplasia in fase attiva: NOACs e qualità di vita

Un recente trial clinico ha mostrato la non-inferiorità dell’Edoxaban all’eparina sottocute nel tromboembolismo venoso, ma l’utilizzo dei NOACs nei pazienti con neoplasia attiva e fibrillazione atriale risulta ancora incerto. Riporto il caso clinico di una paziente con adenocarcinoma polmonare metastatico e storia di tromboembolismo venoso in cui il NOAC...

Continue reading

NOACs in chronic lymphoproliferative malignancies with thrombocytopenia: a prosepctive study

Chronic lymphoproliferative disorders (i.p. lymphomas) have the highest rate of VTE among hematological malignancies (HM). Therapy of VTE is a challenging issue in patients with HM due to the high incidence of thrombocytopenia with an increased risk of hemorrhagic complications and VTE recurrences. Guidelines for the prophylaxis and management...

Continue reading

NOACs in chronic lymphoproliferative malignancies with thrombocytopenia:a prosepctive study

Chronic lymphoproliferative disorders (i.p. lymphomas) have the highest rate of VTE among hematological malignancies (HM). Therapy of VTE is a challenging issue in patients with HM due to the high incidence of thrombocytopenia with an increased risk of hemorrhagic complications and VTE recurrences. Guidelines for the prophylaxis and management...

Continue reading

Delayed STEMI after cavotricuspid isthmus ablation in a patient in NOAC therapy: first case report

Il lavoro riporta il primo caso di danno coronarico tardivo causato da una procedura di ablazione di flutter atriale istmo-dipendente. Un’attenta ricerca rivela che sono stati riportati rarissimi casi di danno della coronaria destra prodotto da questo tipo di procedura, ma mai con presentazione clinica tardiva. La lesione della...

Continue reading

Gestione della terapia anticoagulante orale con Edoxaban nella trombosi venosa distale isolata.

Nonostante la frequenza della trombosi venosa distale, il reale significato clinico è ancora oscuro, ne consegue una differente gestione tra Paesi differenti come anche tra differenti Centri dello stesso Paese. In considerazione di quanto detto, della esigua esistenza in letteratura di trials clinici dedicati e della introduzione in commercio...

Continue reading

Studio delle concentrazioni plasmatiche dei DOACs inibitori del fattore Xa in pazienti affetti da FANV con fibrosi epatica avanzata

Progetto di ricerca riguardo a Studio trasversale con obiettivo di valutare le concentrazioni plasmatiche dei DOAC inibitori del fattore Xa (edoxaban, apixaban, rivaroxaban) in pazienti affetti da FANV con e senza fibrosi epatica, definita da un valore di Fib-4 >3.25. A tale scopo verranno inclusi 90 pazienti: 30 trattati...

Continue reading

Real world practice of novel oral anticoagulants in AtriaL Fibrillation Ablation: the ALFA registry

Catheter ablation for atrial fibrillation is an increasingly performed procedure which is indicated for patients with symptomatic paroxysmal or persistent atrial fibrillation. Even though recently published clinical trials have shown that uninterrupted oral anticoagulation in the peri-ablation period is associated with favourable clinical outcomes, practicing cardiologists are still reluctant...

Continue reading

Real world practice of novel oral anticoagulants in AtriaL Fibrillation Ablation: the ALFA registry

Catheter ablation for atrial fibrillation is an increasingly performed procedure which is indicated for patients with symptomatic paroxysmal or persistent atrial fibrillation. Even though recently published clinical trials have shown that uninterrupted oral anticoagulation in the peri-ablation period is associated with favourable clinical outcomes, practicing cardiologists are still reluctant...

Continue reading

Studio delle concentrazioni plasmatiche dei DOACs inibitori del fattore Xa in pazienti affetti da FANV con fibrosi epatica avanzata

Progetto di ricerca riguardo a Studio trasversale con obiettivo di valutare le concentrazioni plasmatiche dei DOAC inibitori del fattore Xa (edoxaban, apixaban, rivaroxaban) in pazienti affetti da FANV con e senza fibrosi epatica, definita da un valore di Fib-4 >3.25. A tale scopo verranno inclusi 90 pazienti: 30 trattati...

Continue reading

Studio delle concentrazioni plasmatiche dei DOACs inibitori del fattore Xa in pazienti affetti da FANV con fibrosi epatica avanzata

Progetto di ricerca riguardo a Studio trasversale con obiettivo di valutare le concentrazioni plasmatiche dei DOAC inibitori del fattore Xa (edoxaban, apixaban, rivaroxaban) in pazienti affetti da FANV con e senza fibrosi epatica, definita da un valore di Fib-4 >3.25. A tale scopo verranno inclusi 90 pazienti: 30 trattati...

Continue reading

TRATTAMENTO DELL’EMBOLIA POLMONARE EMODINAMICAMENTE STABILE: TERAPIE TRADIZIONALI VS ANTICOAGULANTI ORALI DIRETTI

Vari studi hanno dimostrato che i pazienti con embolia polmonare emodinamicamente stabile possono essere trattati in modo efficace e sicuro con brevi ospedalizzazioni. Questo studio di coorte retrospettivo, condotto in un reparto di Degenza Breve Internistica, conferma fattibilità di una dimissione precoce di questi pazienti (dopo una mediana di...

Continue reading

Studio delle concentrazioni plasmatiche dei DOACs inibitori del fattore Xa in pazienti affetti da FANV con fibrosi epatica avanzata

Progetto di ricerca riguardo a Studio trasversale con obiettivo di valutare le concentrazioni plasmatiche dei DOAC inibitori del fattore Xa (edoxaban, apixaban, rivaroxaban) in pazienti affetti da FANV con e senza fibrosi epatica, definita da un valore di Fib-4 >3.25. A tale scopo verranno inclusi 90 pazienti: 30 trattati...

Continue reading

Studio delle concentrazioni plasmatiche degli DOACs inibitori del fattore Xa in pazienti affetti da FANV con fibrosi epatica avanzata

Progetto di ricerca riguardo a Studio trasversale con obiettivo di valutare le concentrazioni plasmatiche dei DOAC inibitori del fattore Xa (edoxaban, apixaban, rivaroxaban) in pazienti affetti da FANV con e senza fibrosi epatica, definita da un valore di Fib-4 >3.25. A tale scopo verranno inclusi 90 pazienti: 30 trattati...

Continue reading

Correlation of anticoagulant and antiplatelets therapies to Anaemia and iron deficiency in Heart Failure

We analyzed a population with prevalence of iron deficiency and anaemia in perfect line with European data, obtaining predicting factors of them and a different prevalence of anaemia in the HF classification. We demonstrated a correlation between the severity of anaemia and female sex and a significant iron deficiency...

Continue reading

Studio delle concentrazioni plasmatiche degli DOACs inibitori del fattore Xa in pazienti affetti da FANV con fibrosi epatica avanzata

Progetto di ricerca riguardo a Studio trasversale con obiettivo di valutare le concentrazioni plasmatiche dei DOAC inibitori del fattore Xa (edoxaban, apixaban, rivaroxaban) in pazienti affetti da FANV con e senza fibrosi epatica, definita da un valore di Fib-4 >3.25. A tale scopo verranno inclusi 90 pazienti: 30 trattati...

Continue reading

Studio delle concentrazioni plasmatiche deI DOACinibitori del fattore Xa in pazienti affetti da FANV con fibrosi epatica avanzata

Progetto di ricerca riguardo uno Studio trasversale atto a valutare le concentrazioni epatiche dei DOACs inibitori del fattore Xa in 90 pazienti (in trattamento con dosaggio pieno di edoxaban, apixaban e rivaroxaban) affetti da FANV con e senza fibrosi epatica, definita da un valore di Fib-4 >3.25. Per escludere...

Continue reading

La gestione della terapia anticoagulante nel paziente oncoematologico con fibrillazione atriale – un caso complesso

La gestione della terapia anticoagulante nei pazienti affetti da neoplasia che sviluppano FA rappresenta un ambito complesso ed ampiamente inesplorato. La collaborazione tra oncologo e cardiologo è mandatoria. Presentiamo un caso clinico esemplificativo di tale problematica, al fine di approfondire una tematica che con l’invecchiamento della popolazione e del...

Continue reading

Correlation of anticoagulant and antiplatelets therapies to Anaemia and iron deficiency in Heart Failure

We analyzed a population with prevalence of iron deficiency and anaemia in perfect line with European data, obtaining predicting factors of them and a different prevalence of anaemia in the HF classification. We demonstrated a correlation between the severity of anaemia and female sex and a significant iron deficiency...

Continue reading

Edoxaban come opzione terapeutica in paziente con fibrillazione atriale permanente e bicuspidia aortica sottoposto a sostituzione valvolare trans-catetere

La fibrillazione atriale (FA) e le valvulopatie spesso coesistono e sono cause indipendenti di mortalità, morbidità, ictus ed embolismo sistemico.1 La presenza di stenosi mitralica moderato-severa o di protesi valvolare meccanica sono stati criteri di esclusione in studi di fase III che confrontavano i nuovi anticoagulanti orali (NOAC) verso...

Continue reading

Edoxaban in paziente con fibrillazione atriale permanente e bicuspidia aortica sottoposto a TAVI

La fibrillazione atriale (FA) e le valvulopatie spesso coesistono e sono cause indipendenti di mortalità, morbidità, ictus ed embolismo sistemico. La presenza di stenosi mitralica moderato-severa o di protesi valvolare meccanica sono stati criteri di esclusione in studi di fase III che confrontavano i nuovi anticoagulanti orali (NOAC) verso...

Continue reading

la Gestione della Terapia Anticoagulante in Paziente Giovane con Multiple Comorbidità, Fibrillazione Atriale e Cardiopatia Complessa.

Presentiamo un caso clinico di una giovane paziente nota per fibrillazione atriale parossistica, multiple comorbidità mediche ed una storia di neoplasia, giunta alla nostra osservazione per edema polmonare acuto in un quadro di cardiopatia strutturale complessa di e coronaropatia bivasale. Il caso mostra la difficoltà nella scelta e la...

Continue reading

Early Recurrence and cerebral bleeding in patients with acute ischemic stroke of the posterior circulation and Atrial Fibrillation: effect of treatment and its timing

Oral anticoagulants (OACs) are the therapy of choice for secondary prevention of ischemic stroke (IS) in patients with atrial fibrillation (AF). Posterior circulation strokes (PCS) make up roughly 20% of all IS but they have been underrepresented or excluded in many clinical trials. The aims of this observational, prospective,...

Continue reading

Edoxaban after ESUS in high risk patients for paroxysmal atrial fibrillation: the CHAO inclusion criteria

L’importanza dell’eziologia cardioembolica, in particolare di quella legata alla fibrillazione atriale, tra le cause di Embolic Stroke of Unknown Source (ESUS), è stata molto studiata negli ultimi anni, dopo la pubblicazione del CRYSTAL-AF trial. Le evidenze attualmente disponibili, da un lato documentano la necessità di una particolare attenzione verso...

Continue reading

A challenging case of anticoagulation in stage 4 chronic kidney disease with high bleeding risk

We report the case of a 75-year old man heart failure (HF) with reduced left ventricular ejection fraction (LVEF) in established ischemic heart disease . He also suffered from type 2 diabetes, complicated by chronic kidney disease (CKD), peripheral neuropathy, and retinopathy causing multiple intraocular hemorrhages. Before coming to...

Continue reading

Recidiva di embolia polmonare in paziente neoplastico ad alto rischio.

Paziente ad alto rischio con anamnesi oncologica significativa, manifesta recidiva di embolia polmonare per la quale è stato indispensabile ricovero presso nostra UCC. Nel corso delle indagini finalizzate alla diagnostica di nostra competenza riscontro di nodulo tiroideo dubbio. E’ stato intrapresa terapia anticoagulante con eparina non frazionata e terapia...

Continue reading

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account