Un recente trial clinico ha mostrato la non-inferiorità dell’Edoxaban all’eparina sottocute nel tromboembolismo venoso, ma l’utilizzo dei NOACs nei pazienti con neoplasia attiva e fibrillazione atriale risulta ancora incerto. Riporto il caso clinico di una paziente con adenocarcinoma polmonare metastatico e storia di tromboembolismo venoso in cui il NOAC è stato iniziato nel contesto della fibrillazione atriale al fine di offrire una protezione efficace per prevenire ulteriori eventi tromboembolici ed una migliore qualità di vita mediante l’utilizzo di un farmaco a somministrazione orale.

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account